©
Passare dal sesso a fare l'amore

1 of 221 »

comemanialfreddo:

One day.

Stanotte ti ho sognato, mi manchi, e mi sembrava stupido non scrivertelo.

E poi ci penso e ci ripenso, che ho visto tutti quei tramonti ma non li ho condivisi con te. Quanto ci metti ad arrivare?

Quattro giorni di pura avventura. Australia ti amo sempre più.

scarletsamhain:

willy wonka and I are one

Ahahahahaha

“Faceva un passo in avanti e cinque indietro.
Ogni volta, era una lotta tra il rimanere fermi e andare avanti.
Una guerra tra il passato e il futuro.
Il presente non esisteva, anche se tra tutti e tre era il più importante.
— laragazzachenonriuscivavivere (via laragazzachenonriuscivavivere)
“Sai quando senti la pioggia dentro?
Penso sia uno di quei momenti in cui cerchi di reprimere tanto le lacrime, che questi cominciano a uscire dentro.
Sottoforma di tempesta, uragani, pioggia, e quando fa talmente freddo dentro di te, diventa neve o ghiaccio.
Mille frammenti taglienti di ghiaccio che graffiano la tua anima, già a pezzi.
E per quanti maglioni, piumini potrai indossare, non potrai mai ripararti da questo freddo.
Sei costretta a subire dentro quello che non hai voluto mostrare fuori.
Forse è questo il peggio, dentro non puoi difenderti.
— laragazzachenonriuscivavivere (via laragazzachenonriuscivavivere)

E c’è l’ho con me stessa perché invece di passarci su, ci penso 4mila volte al secondo e non riesco ad essere la persona solare che sono.

Io non posso essere a dieta e andare in palestra, se poi la sera mi bevo il mio amato vino rosso. Ma per chi corro e sudo tutto il giorno?!?

sub-dolamented:

ma se soltanto per un attimo
potessi averti accanto
forse non ti direi niente
ma ti guarderei soltanto

De Gregori

Un’ora di palestra al giorno da lunedì e già vedo i risultati. Io mi chiedo perché non ho iniziato prima.

carnaccia:

setuttovainfrettasarounasaetta:

“Certo che ti farò del male. Certo che me ne farai. Certo che ce ne faremo. Ma questa è la condizione stessa dell’esistenza.
Farsi primavera, significa accettare il rischio dell’inverno.
Farsi presenza, significa accettare il rischio dell’assenza.”

— Antoine de Saint-Exupéry (via egocentricacomeigatti)

Farsi i cazzi propri, è meglio